Stampa

Comunicati stampa e articoli sulla scuola
Da "PROVINCIA GRANDA" del 08/04/2011

Lesegno: Anna Martini ammessa al Liceo d'Arte e Spettacolo del "Teatro Nuovo".

Articolo_Prov_Granda_20110408aLESEGNO - (r.s.) - Anna Martini, 13 anni di Lesegno frazione Prata, giovane promessa della danza, ha ottenuto una nuova brillante affermazione. Dopo aver frequentato la Scuola di danza Doppie Punte di Ceva, fondata e diretta da Alessandra Giovana, Anna ha sostenuto e brillantemente superato l'audizione che dal prossimo settembre le permetterà di far parte degli allievi e delle allieve del Liceo d'Arte e Spettacolo del Teatro Nuovo di Torino (indirizzo Coreutico).
«Sono veramente felice - è il commento di Alessandra Giovana - che un altro dei miei ragazzi sia stato ammesso al Liceo Coreutico. Negli ultimi tre anni sono infatti quattro gli allievi che si sono presentati all'audizione e l'hanno brillantemente superata: Irene Occhiato di Sale Langhe, Jacopo Grippo, di Ceva – oramai al IV anno – e Massimo Margaria di Briaglia, (diplomatosi nel 2009) che, nonostante la giovane età, vanta già collaborazioni importanti come quella con Daniel Ezralow (il ballerino e coreografo statunitense che l'ha scelto per far parte del corpo di ballo che ha aperto le serate del 60° Festival di San Remo) e con Luciano Cannito, uno dei maggiori e più apprezzati coreografi italiani».
Per essere ammessi al Liceo ogni aspirante allievo deve superare la preselezione dinnanzi alla commissione esaminatrice composta dagli insegnanti del Teatro Nuovo e la selezione dinnanzi a quella composta dai docenti dell'Accademia Nazionale di Danza di Roma, l'unico istituto statale per la formazione di danzatori, insegnanti e coreografi con cui il Liceo torinese è convenzionato dal 2010.
Il giudizio favorevole delle due commissioni è insindacabile e apre le porte a cinque anni di studio non soltanto delle discipline precipue dell'indirizzo a cui si è stati ammessi – ad esempio storia della danza e teoria e pratica musicale per la danza – bensì anche ad altre materie come letteratura italiana, storia e filosofia, matematica e fisica, scienze naturali e lingua straniera. Il Liceo d'Arte e Spettacolo del Teatro Nuovo di Torino è dunque un liceo a tutti gli effetti che oltre a garantire una regolare istruzione media superiore, fornisce una specifica preparazione nelle discipline coreutiche e teatrali, creando figure professionali dotate di buone basi per l'inserimento nel mondo dello spettacolo in qualità di danzatori, attori, registi, coreografi, addetti alla comunicazione e alla promozione.

Da "LA BISALTA" del 04/03/2011

Un cuneese dal Festival di Sanremo al Metropolitan di N.Y.

Articolo_LaBisalta_20110304Il Sessantunesimo Festival della Canzone Italiana di Sanremo ha riservato ai Cuneesi una piacevole sorpresa: sul palco dell'Ariston, tra i ballerini scelti dal coreografo Daniel Ezralow per aprire le cinque serate dell'evento canoro più importante del Paese, c'era Massimo Margaria, classe 1990.
Nonostante la giovane età, Massimo può infatti vantare una serie di collaborazioni che lo hanno fatto crescere professionalmente e artisticamente, fino a farlo notare da Luciano Cannito, uno dei più affermati coreografi italiani i cui lavori sono stati rappresentati in numerosi teatri del mondo, dal Metropolitan di New York alla Scala di Milano, dalla Piace des Artes di Montreal al Teatro dell'Opera di Roma, oggi in tournée con la Carmen che vede, tra i ballerini impegnati, lo stesso Massimo.

Da "PROVINCIA GRANDA" del 25/02/2011

Ceva: dalla Scuola di danza cebana protagonista nel mondo della danza

Articolo_Prov_Granda_20110225

CEVA - C'era anche un pò del Cebano e del Monregalese, al 61° Festival della Canzone Italiana di Sanremo.
Infatti sul palco dell'Ariston, tra i ballerini scelti dal coreografo Daniel Ezralow per aprire le cinque serate dell'evento canoro più importante del Paese, c'era Massimo Margaria, 20 anni di Briaglia.
Massimo, frequentava ancora la scuola elementare quando si presentò alla scuola di danza di Ceva "Doppie Punte" diretta da Alessandra Giovana.
"Adoro ballare». Furono le sue prime parole e bastò poco per sciogliere ogni riserva e convincere la direttrice della scuola che quel ragazzino dai capelli ricci e gli occhi scuri come il carbone aveva del talento.
Un talento che non andava sprecato e che spinse Alessandra Giovana a preparare Massimo per l'audizione che, se superata, gli avrebbe consentito di essere ammesso al Liceo d'Arte e Spettacolo Teatro Nuovo di Torino (indirizzo Coreutico).
Il giudizio della commissione riunita per decidere sull'ammissione fu unanime e dal settembre 2004 Massimo iniziò a frequentare il Liceo Coreutico che gli ha garantito, grazie agli insegnamenti di danza classica, moderna e repertorio, l'acquisizione di quella padronanza della scena che, una volta diplomato, gli ha permesso di "spiccare il volo".
Nonostante la giovane età, Massimo può infatti vantare una serie di collaborazioni che lo hanno fatto crescere professionalmente e artisticamente, fino a farlo notare da Luciano Cannito, uno dei più affermati coreografi italiani i cui lavori sono stati rappresentati in numerosi teatri del mondo, dal Metropolitan di New York alla Scala di Milano, dalla Piace des Artes di Montreal al Teatro dell'Opera di Roma, oggi in tournée con la Carmen (prima ballerina Rossella Brescia) che vede, tra i ballerini impegnati, lo stesso Massimo.
Dalla scuola "Doppie Punte" di Ceva al Teatro Nuovo di Torino passando per Firenze, Roma ed il Festival di Sanremo per approdare in Europa con la Carmen: è questa la parabola di questo nostro concittadino di cui non possiamo che essere fieri e a cui auguriamo un brillante futuro di successi e soddisfazioni.
Nella foto, sinistra Massimo Margaria, con la direttrice della scuola di danza Doppie Punte, Alessandra Giovana.

Da "L'UNIONE MONREGALESE" del 23/02/2011

Briaglia: Ballerino di Briaglia sul palco dell'Ariston di Sanremo

BRIAGLIA - (m.t.) - In tanti, anche a Mondovì e nel Monregalese, avranno seguito l'ultima edizione del Festival di Sanremo, la sessantunesima, appena conclusasi con la vittoria dell'intramontabile Roberto Vecchioni. Ma forse pochi sanno che sul palco del Teatro "Ariston", questa volta, c'era un ragazzo di Briaglia fra i ballerini che hanno aperto le serate. Massimo Margaria, classe 1990 (nella foto insieme alla sua insegnante, Alessandra Giovana),  era uno dei ballerini scelti dal coreografo Daniel Ezralow per aprire ogni puntata dell'evento canoro più importante del Paese.
Massimo danza da quando frequentava le Elementari. Un giorno si presentò alla scuola di danza di Ceva "Doppie Punte" diretta da Alessandra Giovana.
"Adoro ballare». Tanto bastò per convincere la direttrice, che ebbe fiducia in lui e lo aiutò a crescere in tecnica e preparazione.Articolo_LunioneMonregalese_20110223b
Un talento che non andava sprecato e che spinse Alessandra Giovana a preparare Massimo per l'audizione che, se superata, gli avrebbe consentito di essere ammesso al Liceo d'Arte e Spettacolo Teatro Nuovo di Torino (indirizzo Coreutico).
Il giudizio della commissione riunita per decidere sull'ammissione fu unanime e dal settembre 2004 Massimo iniziò a frequentare il Liceo Coreutico che gli ha garantito, grazie agli insegnamenti di danza classica, moderna e repertorio, l'acquisizione di quella padronanza della scena che, una volta diplomato, gli ha permesso di "spiccare il volo".
Il ballerino briaglese, nonostante abbia appena 20 anni, può vantare una serie di collaborazioni che lo hanno fatto crescere professionalmente e artisticamente, fino a farlo notare da Luciano Cannito, uno dei più affermati coreografi italiani i cui lavori sono stati rappresentati in numerosi teatri del mondo, dal Metropolitan di New York alla Scala di Milano, dalla Piace des Artes di Montreal al Teatro dell'Opera di Roma.
Oggi Massimo è in tournée con la "Carmen" (prima ballerina Rossella Brescia).

Da "PROVINCIA GRANDA" del 02/10/2009

Ceva: Maddalena Parise vince il premio di danza a Bologna

Provincia Granda 02/10/2009CEVA - Domenica sera la scuola di danza della maestra Alessandra Giovana, ha partecipato alla finalissima a Bologna del Festival delle Arti, ovvero la grande manifestazione che ha come patron Andrea Mingardi e dà la possibilità ai giovani di mettersi in discussione e di farsi notare nel mondo dello spettacolo. Il Festival delle Arti è infatti nato per dare un'occasione ai talenti del territorio che aspirano a ritagliarsi uno spazio all'interno del mondo dell'arte e dello spettacolo: per dare a tutti loro un palco, un pubblico, una visibilità promozionale e delle garanzie di livello artistico, grazie alle giurie di esperti ed alla Commissione culturale, formata da riconosciute personalità.
"Con una delle mie ragazze - è il racconto di Alessandra Giovana - abbiamo tentato la scalata. Abbiamo preparato una variazione dal terzo atto del balletto Don Quixote di L. Minkus e ci siamo buttate. Domenica 20 settembre siamo andate a fare la finalissima e Maddalena ha vinto il primo premio per la sezione danza. La giuria era composta da personaggi importanti della danza tra cui Luciano Cannito direttore artistico dei Teatro Massimo di Palermo e Francesco Volpe, primo ballerino del Teatro San Carlo di Napoli".
Maddalena Parise insegna nella scuola di Alessandra Giovana, a Ceva.
Nella foto, Maddalena Parise

Da "PROVINCIA GRANDA" del 09/02/2007

Ceva: Jacopo Griffo, astro nascente della scuola di ballo "Doppiepunte"

CEVA – (r.s.) – Ceva è anche la fucina di nuovi talenti nell'ambito della danza.
La scuola di Ballo "Doppiepunte", diretta da Alessandra Giovana, ad ogni stagione, continua a

Da L'UNIONE MONREGALESE del 25/01/2006

Le allieve di Alessandra Giovana a Genova

CEVA – (s.p.) – La scuola di Danza classica e contemporanea diretta da Alessandra Giovana di Ceva è stata invitata a Genova, come